Archivi categoria: 21 dicembre 2012

CONFERENZA SUL 2012

L’ASSOCIAZIONE ARMONIA PRESENTA:

“CONFERENZA SUL 2012 “

roma – domenica 11 novembre 2012

dalle 16 alle 20:00 – Via Canino 10

La conferenza “2012 la Nuova Era” inizia alle ore 16.00 domenica 11-11-2012. Parleremo del periodo storico di “passaggio” che stiamo vivendo dal punto di vista Planetario, l’allineamento del nostro sole col centro galattico, le rivelazioni, la fine di un ciclo Maya, l’inizio dell’era del “sesto sole” atzeco, l’inizio dell’Età dell’Acquario, il solstizio d’inverno, l’evoluzione spirituale, l’opportunità che abbiamo per cambiare il nostro modo di vivere e di pensare, le macchie e tempeste solari, l’avvicinamento del Pianeta Nibiru.

Tratterà inoltre di alcuni accenni e informazioni pratiche per aiutare la Terra ed i suoi abitanti nella cerazione del Nuovo Mondo (che verranno esposte più approfonditamente in apposite serate più avanti nel programma del centro armonia): dalla moneta debito dei banchieri alla sovranità monetaria, Auriti, le monete locali, Arcipelago Scec, Banca del tempo, movimento creativi culturali Holos, Coscienza in rete, GAS (Gruppi di Acquisto Solidali), la cambiale sociale, Jak Bank, Banca Etica, costruire reti, gli ecovillaggi, permacultura, orto sinergico, foresta di cibo, vegetarianesimo e veganesimo, cure naturali e medicine non convenzionali, arteterapia, arte spirituale, Yoga e discipline orientali, operatori olistici, Progetto Comune Sano, Comuni OGM Free, energie alternative.

REALTORI:

Nausica De Strobel

Lia Veneziani

David Lombardi: mostrerà la sua tesi numerica, simbolica, ambientale e di possibile contatto con esseri di altri pianeti

non mancate

21 DICEMBRE 2012: Fine del Mondo o Evoluzione Spirituale ?

21 dicembre 2012 è la famosa data legata al calendario Maya che da anni secondo alcune voci indicherebbe la fine del mondo:
Ma in che senso la fine del mondo ?

Il Calendario Maya

Ci sarà un invasione aliena oppure la terra verrà distrutta all’improvviso a causa di vari terremoti, alluvioni e simili ?
E se ci fosse una terza strada da seguire ? quale ?
In una mia intervista fatta a Giovanna Podda al convegno mondiale di Ufologia indetto a Roma da Massimo Fratini ella mi disse la seguente frase:

“Non pensate che il 2012 sia la fine del mondo ma vi sarà un cambio di coscienza per portare la parola a più persone possibili e lanciare questo messaggio di essere positivi. Più eleviamo questa energia, questo pensiero positivo, più raggruppiamo persone che ci aiutino a portare questo pensiero positivo perché il nuovo millennio raggiunga quella pace che stiamo aspettando e che arrivi in tutte le parti del mondo”

Io e Giovanna Podda al convegno mondiale di Ufologia

Quindi in base a quanto dice Giovanna nel 2012, (anno attuale) ci sarà un sorta di “cambio di coscienza”.
Che sia questa la terza strada ?
Ma in cosa consiste questo cambio di coscienza ?
E qui entra in campo la mia tesi sul 21 dicembre 2012:
Se andiamo a sommare i numeri che compongono l’anno in questione ossia 2+1+2 viene fuori 5.
Il numero 5 può essere benissimo collegato al famoso pentacolo che è comparso in parecchi cerchi nel grano e nonostante questo legame non dica, apparentemente, nulla se noi proviamo a disegnare un pentacolo e tracciamo le linee interne noteremo che si andranno a formare sei spazi ossia cinque legati alle cinque punte e al centro vi è il sesto spazio quindi in totale sei spazi.
Guarda caso se sommiamo i singoli numeri del giorno e del mese della famosa data:

2+1+1+2 = 6

Otteniamo lo stesso numero degli spazi del pentagono.
E se nella data 21 dicembre 2012 ci fosse nascosta una verità molto diversa da quella che siamo stati abituati a sentire ?
Cosa significano i numeri 5 e 6 ?
Il numero cinque simboleggia l’evoluzione verticale, il movimento progressivo e ascendente. Essendo il numero dell’uomo, come mediano tra terra e cielo indica la possibile trascendenza verso una condizione superiore.
Il sei invece è il numero dell’equilibrio e dell’ordine perfetto, può ben predisporre all’unione con il divino.
In base a questi numeri emerge uno schema molto interessante ossia che in tale data noi dobbiamo unire la nostra parte materiale a quella spirituale ossia raggiungere un equilibrio che ci porterà ad un livello di evoluzione superiore.
Se ci facciamo caso il numero 2012 che forma il corrispondente 5 a sua volta corrisponde ai cinque vertici del pentagono mentre il mese 12 e il giorno 21 formano il corrispondente 6 che sta al centro.

il Pentacolo

Se andiamo a disegnare due cerchi di cui uno esterno che rappresenta il 5 e uno più piccolo interno che rappresenta il 6 possiamo rilevare la seguente chiave di lettura:

il 5 indica il cerchio grande e il 6 il cerchio piccolo: una nuova lettura del 21-12-2012

Partiamo dall’anello più piccolo ossia quello del numero 6 ossia dell’unione con il divino ossia unire la nostra parte materiale a quella spirituale sviluppando un nuovo stato di coscienza. A questo punto se riusciamo a fare ciò ci evolveremo verso uno stato più grande che è il numero 5 ossia l’evoluzione verso uno stato superiore.
Non a caso il 21 dicembre 2012 capita di venerdì ossia

“il quinto giorno dell’ultima settimana del 2012”

Ovviamente nulla nega che questi miei collegamenti siano delle banali coincidenze me se invece non lo fossero ?
Il 21 dicembre 2012 potrà veramente essere l’inizio di un importante evoluzione del genere umano ?
Giovanna Podda aveva ragione nel dire che nel 2012 ci sarà un cambio di coscienza ?
Ammesso che ci sia veramente un di evoluzione a livello, soprattutto, spirituale essa sarà dovuta anche ai presenti alieni creatori del genere umano ? (Giovanna stessa mette in evidenza che questi alieni non sono cattivi)
Per ora è difficile rispondere a queste domande ma penso che un piccolo passo in avanti oltre a farlo io potrete farlo anche voi uscendo da quella rete di bugie atte solo a confondere tutti.
Perché il 21 dicembre 2012 deve essere per forza la fine del mondo ?
Perché per fine del mondo la gente vede solo la distruzione della terra o una negativa invasione aliena ?

Perché siamo stati abituati cosi da internet e dalla televisione che ci fanno pensare con i loro modo di vedere le cose…
… ma se posso dare un consiglio iniziamo a pensare con la nostra testa e guardiamo la fiamma oltre al fumo che abbiamo davanti

Lombardi David

21-12-2012: DATA DEL GRANDE CAMBIAMENTO E LA NASCITA DI UN NUOVO MONDO

La civiltà Maya ha dato prova di stupefacenti calcoli astronomici, talmente perfetti che, secondo gli studiosi,  il loro celeberrimo calendario risulta addirittura più preciso del nostro, senza contare la perfetta individuazione del movimento del pianeta Venere, dall’orbita eccentrica che non rende agevole il suo calcolo, specie considerando i mezzi alquanto scarni che gli archeologi tradizionalmente attribuiscono a questa antica civiltà.

21 DICEMBRE 2012: DATA DEL GRANDE CAMBIAMENTO E LA NASCITA DI UN NUOVO MONDO

 

 

Molti asseriscono che il 21 Dicembre 2012 ci sarà la distruzione di questa Umanità, mentre altri dicono che non accadrà nulla. Credo fermamente che in cambiamenti sono già in atto e stiamo già vivendo il 2012, con eventi tragici mai visti. Non è vero? Soltanto persone disinformate non sono al corrente di ciò che accade nel mondo e le TV (i media) non ne danno notizia, ma sui siti web si trovano notizie spaventose come le ultime alluvioni, i maremoti, terremoti, vulcani in eruzione, migliaia di uccelli e migliaia di pesci che muoiono inspiegabilmente. Tutto questo senza nessuna spiegazione scientifica, si perchè la Scienza senza coscienza, qualla scienza che tutti credono che sia la milgiore medicina della futura Umanità, non sa dare una risposta, una spigazione plausibile. I Maya da parte loro non hai mai profetizzato nulla, ma nel loro Calendario che in effetti è una sorta di ruota composta da 3 ingranaggi, vi è all’interno un calendario. Il primo, detto “haab” è suddiviso in 13 mesi e 260 giorni ed è utilizzato come cerimoniale. Ogni giorno ha un significato particolare. La seconda ruota si chiama “tzolkin” e serve a determinare le eclissi e il ciclo di Venere, che dura 180 giorni. Combinando la ruota “haab” e quella “tzolkin”, si crea il calendario circolare di 52 anni. Fosterman ha scoperto che i Maya segnavano il tempo anche con il “Lungo Computo”, che permette di determinare quando avverrà la fine del mondo ed altre previsioni.
Come ci racconta Laura Poggiani, esperta Astrologa, in un suo articolo sul 2012 e i Maya, afferma che l’ultima pagina del “Codice di Dresda”  (uno dei 4 Codici Maya sopravvissuti alla devastazione spagnola) mostra l’acqua che distrugge il mondo, una terra nera e il predominio dell’oscurità sulla luce. L’ultima era Maya terminerà il 21.12.2012, alle ore 11:11 am GMT (0.0.0.0.0 del Lungo Computo) quando il solstizio d’inverno coinciderà con l’intersecazione dell’Equatore Galattico, ossia l’Equatore della Via Lattea con l’Eclittica (percorso del Sole). Secondo i Maya la striscia scura al centro della Via Lattea rappresenta la porta del Regno del Male, il Regno del Serpente.

 

 

 

 

Secondo i Maya, che con il “Lungo Computo” calcolavano anche l’attività delle macchie solari, anche quest’ultime, con un aumento della loro attivita’ e concentrazione, porteranno ad un innalzamento della temperatura terrestre. L’attività solare si svolge in cicli di 11 anni, alternando momenti di quiete ad altri di tempesta. In questo periodo il Sole è quieto. Siamo verso la fine del Ciclo Solare 23 che ha avuto il suo picco nel 2001. Il prossimo ciclo, Ciclo Solare  24, che dovrebbe  riportare  il Sole ad uno stato tempestoso, trova il suo inizio, secondo gli studiosi, nel  31 luglio 2006, data in cui è stata osservata la nascita di una piccola macchia solare magneticamente retroversa. Tipico segnale che il prossimo ciclo solare sta cominciando.
Sia gli operatori dei satelliti che i pianificatori delle missioni della NASA si stanno fermando per questo prossimo ciclo solare perché ci si aspetta che sia insolitamente tempestoso, forse il più tempestoso da decenni e che avrà il proprio culmine nel 2012.

La Galassia della Via Lattea è l’inspirazione per il simbolo dell’Ouroboros. Il Mito si riferisce ad un serpente di luce che risiede nei cieli. La Via Lattea rappresenta questo serpente, ed ha il suo punto centrale e galattico vicino al Sagittario: questo serpente si mangia la propria coda.
La galassia della Via Lattea ha un grande ciclo di base che finisce con cambiamenti catastrofici. Il segno del SUNTELIA AION (come chiamarono i Greci, soprattutto Platone, gli eventi catastrofici che avrebbero definito la fine dell’Era) è il Sole che emerge fuori dalla bocca dell’Ouroboros e questo si verificherà al solstizio del dicembre 2012.

Alcuni scienziati sostengono che la Via Lattea nel suo incedere sta divorando altre galassie nane. In particolare in questo periodo sta incorporando la galassia del Sagittario e il nostro Sistema Solare si trova a transitare proprio vicino a quella zona.

“Dopo il morso lento, continuo della Via Lattea, il Sagittario è stato ridotto al punto che non potrà esistere a lungo”, ha detto Martin Weinberg, membro del 2MASS Science Team all’Università del Massachusetts. “Noi stiamo assistendo alla fine del Sagittario come sistema intatto.”

“La galassia della Via Lattea fa passare il nostro Sistema Solare attraverso il percorso dei frammenti del Sagittario solamente per una piccola porzione della sua orbita di circa 240 milioni di anni “, ha dichiarato Steven Majewski, professore di Astronomia all’Università della Virginia. “Le stelle dal Sagittario ora stanno cascando marcatamente, sopra la nostra posizione attuale nella Via Lattea. Stelle da una galassia aliena sono relativamente vicine a noi.  Dobbiamo rivedere le nostre teorie circa la Via Lattea per tenere conto di questa contaminazione.”

COSA DICE L’ASTROLOGIA

Vediamo la Carta del Cielo eretta per il 21.12.2012 alle ore 12.12 MET per Roma.

 

 

 

Innanzi tutto, occorre segnalare che il pianeta Nettuno entra nel segno dei Pesci, suo domicilio, proprio a febbraio 2012 e il 21 dicembre il Sole, appena entrato in Capricorno, forma un sestile esatto proprio con Nettuno. Questo aspetto è segno di grande trasformazione. Ma la configurazione più importante del Tema è uno YOD (detto anche “Dito di Dio”): un aspetto di 150° che coinvolge, da un lato, Giove e Plutone e dall’altra Plutone e Saturno. Lo YOD indica sempre un grande cambiamento ed avendo Plutone coinvolto nella configurazione, il cambiamento può essere molto profondo sul piano psichico e travolgente su quello fisico: Plutone infatti è in Capricorno, dove si aggiunge il Sole, segno di Terra e potrebbe segnalare quindi fenomeni quali terremoti o metamorfosi della superficie terrestre di notevole importanza, piogge abbondanti e freddo intenso (Giove e Saturno).

 

 

Giove inoltre forma anche un’opposizione alla congiunzione Mercurio/Venere. Inoltre, Plutone è anche significante di morte, metamorfosi e rinascita mentre Saturno porta la capacità di imparare da nuove esperienze che nascono da eventi dolorosi.

Giove è il pianeta maggiormente coinvolto nello YOD e ne riceve la maggior energia. Essendo indice di espansione, sottolinea come i significati indicati da Plutone e Saturno saranno particolarmente dilatati. E’ anche emblematico di “pioggia” (basta ricordare il mitico “Giove pluvio”) ed ecco ritornare la possibilità di grandi piogge che caratterizzeranno questa data. Nei suoi significati di religione (soprattutto cattolica), filosofia e spiritualità, Giove sarà quindi anche al centro di grandi cambiamenti.

Da notare come Giove sia anche il Signore del Sagittario, segno che, come abbiamo visto, tende a “scomparire” nella Via Lattea ed una leggenda Maya racconta di due “Gemelli Divini” che salvarono il loro padre “ucciso” dai Demoni nascosti nella fascia nera della Via Lattea (leggenda dalla quale nacque il gioco della pelota). In questo Tema troviamo appunto Giove collocato nei Gemelli, opposto a Mercurio (tradizionalmente Signore proprio di questo Segno).

Un’altro aspetto importante è dato dal quadrato a T composto  da Nettuno, al quadrato di Giove e di Venere. Quest’ultima è coinvolta nell’opposizione a Giove e lo attiva nello YOD. Nettuno è anch’esso tradizionalmente Signore del Sagittario e simboleggia le grandi masse d’acqua, come gli Oceani.

COSA DICE NOSTRADAMUS

Come abbiamo visto, l’evento di maggior importanza del 2012 è costituito dall’ingresso di Nettuno in Pesci. Dove il Pianeta ha la sua maggior potenza espressiva,. Ecco cosa scriveva, a metà del 1500, il celebre veggente Nostradamus:

III.1

Apres combat & bataille nauale,
Le grand Neptune à son plus hault beffroy,
Rouge auersaire de fraieur viendra pasle,
Metant le grand ocean en effroy.

III.1

Dopo conflitto e battaglia navale,
Il grande Nettuno sarà al suo più grande potere:
Farà impallidire di paura il rosso avversario,
Ponendo il grande oceano in spavento.

Quindi gia’ il 2012 (quando “il grande Nettuno sarà al suo più grande potere”) sembra un periodo di conflitti e tensioni, addirittura una battaglia navale. Ma il veggente non da’ rilevanza tanto alla battaglia quanto alla forza di Nettuno (che farà impallidire il rosso avversario, ossia Marte, per la sua violenza espressiva) provocando dei maremoti.

Ancora, il veggente in altra quartina (che alcuni associano ad un possibile avvistamento degli UFO ma che a nostro giudizio non mostra nulla di tutto ciò), scrive:

I.46

Tout aupres d’Aux, de Lectore & Mirande
Grand feu du ciel en troys nuicts tumbera:
Cause auiendra bien stupende & mirande:
Bien peu apres la terre tremblera.

I.46

Molto vicino ad Aux, Lectore e Mirande
Gran fuoco dal cielo in tre notti piomberà:
Evento accadrà davvero stupendo e mirabile:
Poco dopo la terra tremerà.

Si direbbe la descrizione, anche piuttosto precisa, della caduta di alcuni pezzi di asteroide sulla terra, cosa che provocherebbe in effetti mare- e terremoti.

Ma ecco una quartina ancora più esplicita:

V.53

La loy du Sol & Venus contendus,
Appropriant l’esprit de prophetie:
Ne l’vn ne l’autre ne seront entendus,
Par sol tiendra la loy du grand Messie.

V.53

La legge di Sole e Venere contesa
Appropriandosi lo spirito di profezia:
Nè l’uno nè l’altro ne saranno intesi,
Per terrà la legge del grande Messia.

“La legge di Sole e Venere” collegata alla “profezia” è quella relativa al 2012 e il resto della

quartina sottolinea che nessuno crederà a questa profezia in quanto sulla Terra prevarrà una concezione più giudaico-cristiana.

Comparando l’Astrologia con le profezie più conosciute gli auspici per ciò che ci attende a dicembre 2012 non sono certo dei migliori ma, come invita anche Nostradamus, non si tratterà della fine del mondo ma semplicemente della fine di un ciclo e l’inizio di un altro, che può essere anche migliore.

 

IL PUNTO CAOS

Dal punto di vista dei Maya contemporanei, il 2012 rappresenta un punto molto importante nella storia dell’Umanità, poichè il tempo è una variabile che influenza fortemente la vita del pianeta e tutto ciò che vive su di esso. Gli esseri umani non esistono per caso ma fanno parte di un piano per svolgere una missione in questa parte dell’Universo. La vita del pianeta Terra (Madre Terra) dipende dagli Esseri Umani e da ciò che fanno durante la loro esistenza. Da parte sua, lo scienziato e scrittore Ervin Lazslo ci parla del 2012 come punto Punto Caos che coincide con le profezie Maia, Cherokee e di Nostradamus della fine del 2012 come fine del mondo o fine del ciclo. Ma questa non é necessariamente la fine del mondo, ma soltanto la fine di una fase del mondo oltre la quale emergerà un nuovo mondo. Sta a noi concepire un nuovo mondo: nella finestra decisionale di oggi noi abbiamo un’unica possibilità di crearla.
Se vogliamo cambiare da una via che ci conduce verso il disastro a un mondo sostenibile, i prossimi sette anni saranno critici.
Un proverbio cinese avverte, “Se non cambiamo direzione, è probabile che finiremo esattamente dove siamo diretti.” Applicato alla situazione del mondo di oggi, questo sarebbe disastroso senza un cambiamento della direzione in cui siamo verso un mondo in cui: va crescendo la pressione della popolazione e la povertà; va crescendo il potenziale per il conflitto sociale e politico; crescono la criminalità e la guerra organizzata, si va accelerando il cambiamento climatico; si aggrava la scarsità di cibo, acqua ed energia; si aggrava l’inquinamento industriale, urbano, ed agricolo; si accentua ulteriormente la distruzione dello strato di ozono; si accelera la riduzione di biodiversità; cresce la perdita continua di ossigeno atmosferico. Corriamo anche il rischio di mega-disastri causati dagli incidenti nucleari e dalla perdita dei rifiuti nucleari, da devastanti inondazioni e uragani dovuti al cambiamento climatico, e dai problemi di salute dovuti alle catastrofi naturali come pure a taluni fattori umani come l’accumulazione di tossine nel suolo, nell’aria, e nell’acqua.

Pensare nuovo!!

Nei prossimi anni dovremo abbracciare un nuovo modo di pensare; nella sua assenza i nostri sistemi vitali diventerebbero in modo critico instabili.
Che cos’è pensare nuovo?
Dobbiamo assolutamente cominciare con una conoscenza interiore più profonda nella trasformazione che potrebbe condurci a un mondo più pacifico e sostenibile.

A cura di Massimo Fratini

BUON 2012: UN ANNO DALL’INIZIO DEL NUOVO CICLO COSMICO MAYA

Il conto alla rovescia dell’ultimo anno solare dei Maya è cominciato. Questo ultimo anno solare riguardante il calendario del “Lungo Computo”, termina il 21 dicembre 2012, secondo la tradizione Maya,  e che annuncia l’inizio di una nuova era per l’umanità, a partire dal 29 Dicembre 2011. “Il Lungo Computo” è una concezione del tempo, ed è come un vicolo cieco. Ogni ciclo della ruota del calendario è una piccola porzione del percorso da generazione in generazione “.

Alle 0000 ora locale (0600 GMT) del Mercoledi 19 Dicembre 2012, comincia a passare il 5128 anno del Quinto Sole  sul calendario solare dell’antica cultura Maya, che a sua volta è iniziato il 13 agosto del 3114, e, secondo prove scientifiche trovate su stele, sfingi e codici Maya, prevede “una nuova era” per l’umanità.
Come spiegato dallo scienziato del Guatemala Ivan Azurdia “, alle ore 00.00 (06.00 GMT) il 21 dicembre 2012, i pianeti del sistema solare saranno posizionati verticalmente nella parte più scura della bocca del serpente piumato (chaimato dai Maya Kukulkan e dagli Aztechi Quetzalcoatl), e in linea con i luoghi sacri del mondo Maya.
Anche se questa data è spesso associata da molti ricercatori del settore, come catastrofica, apocalittica e anche legata quindi alla fine del mondo, i maggiori leader spirituali Maya del Messico e del Guatemala, hanno smentito queste versioni e dando spiegazioni fornite sotto prospettive filosofiche e scientifiche.

 

Il pittogramma apparso qualche anno fa nelle colline splendide del Wiltshire, rappresenta il ritorno di Quetzalcoatl

Cosa accadrà il 21 dicembre 2012?

Azurdia, lo scienziato che negli ultimi anni si è specializzata nello studio del calendario Maya, ha detto che questo fenomeno, secondo la sapienza degli anziani indigeni e le spiegazioni contenute nelle stele e codici della cultura antica, prevedono “un cambiamento del tempo del non tempo “, ovvero un cambiamento che avverrà nella stringa vibrazionale spazio temporale. La Pietra del Sole azteca è un  modulo armonico che segna l’inizio e la fine di un ciclo galattico e che questo comporta un rinnovamento e la fine di tutto ciò che è vecchio, di tutto ciò che è stato ed è passato. Il nostro pianeta è da considerare un pianeta scuola, ma anche una sorta di casa circondariale, dove siamo detenuti a livello fisico, psicologico e soprattutto spirituale.

Il 2012 rappresenta il termine e l’inizio di un ciclo cosmico. “Questo è il quarto cambiamento del quinto ciclo e il ciclo galattico dura 26.000 anni, poi al raggiungimento di tale data sarà raggiunto ‘l’anno platonico’ per l’accuratezza del tempo, all’interno di cicli di misura più grande “.

 

 

 

“I rapidi cambiamenti”

Dal punto di vista filosofico, ha aggiunto Azurda, i Maya parlano di “cambiamenti rapidi” per il mondo e l’umanità, piuttosto che previsioni catastrofiche che hanno a che fare con “l’opportunità di risvegliare la vita sacra».
I Maya, che hanno compiuto progressi significativi in ​​questi campi, nella loro visione del mondo in entrambe le discipline con un punto filosofico di convergenza.
Per celebrare l’inizio dell’ultimo anno del Quinto Sole e l’annuncio della nuova era, ci saranno cerimonie spirituali da parte dei sacerdoti Maya nei luoghi sacri, mentre l’Istituto del Turismo del Guatemala, lancerà un programma di attività che mira a sfruttare il fenomeno per attirare maggiori quantità di turisti per il paese.
Oltre al calendario del “Lungo Computo”, finora il meno studiato dagli specialisti, i Maya avevano anche il “calendario rituale” o sacro, composto da 260 giorni, e il “calendario Ab” di 365 giorni, come il gregoriano della cultura occidentale.Il 21 dicembre 2012 non accadrà nulla, perchè tutto quello che è stato detto, sta già accadendo.

In questo tempo finale dell’ultimo Katum del calendario Maya il Cielo ci mette di fronte ad un bivio: autodistruzione o trasformazione. Ci troviamo per tanto in una specie di “ terra di nessuno”: la vecchia era ci sta abbandonando,e ora si aprirà “la porta” cosmica di un tempo rinnovato.

I Maya non hanno mai profetizzato nulla, ma solo calcolato i cicli galattici. Un Nuovo Ciclo Cosmico arriverà ed una potente energia, che sta già facendo il suo corso, ci potrà fare un salto nella consapevolezza cosmica. Dobbiamo quindi essere pronti, essere centrati con il cuore, si perchè il nostro cuore è identico al cuore galattico, quella farfalla cosmica che i Maya chiamavano Hunab Ku, dove nasce la vita. Vi auguro di passare un inizio 2012 all’insegna di grandi cambiamenti, in positivo…Auguri

Massimo Fratini

 

segnidalcielo.it