Glutatione: la madre di tutti gli antiossidanti

È la molecola più importante in assoluto per mantenere un buono stato di salute e per prevenire le principali patologie. Probabilmente non avete mai sentito parlare di questamolecola, vero e proprio segreto per contrastare l’invecchiamento, le malattie cardiache, il cancro, in grado anche di combattere persino l’autismo e l’Alzheimer. Nonostante gli oltre 89.000 articoli scientifici che ne parlano, questa molecola non è ancora conosciuta a dovere, neanche dai medici.
Ma di che molecola stiamo parlando? È la madre di tutti gli antiossidanti, disintossicante per eccellenza del sistema immunitario: parliamo del Glutatione.
Ci sono una buona e una cattiva notizia: la buona è che il corpo umano produce naturalmente questa molecola. La cattiva è che la produzione di Glutatione può essere ridotta da diversi fattori, come inquinamento, stress, farmaci e cattiva alimentazione. La carenza di Glutazione provoca seri problemi, portando a infezioni, disintegrazione delle cellule e cancro, danneggiando il fegato e limitandolo nella sua funzione disintossicante. Secondi studi, gran parte dei soggetti affetti da serie patologie ha una carenza di Glutatione.
Ma cos’è il esattamente il Glutatione? Si tratta di una semplice molecola che viene prodotta naturalmente e costantemente dal nostro organismo. È una combinazione di tre elementi facenti parte delle proteine e degli amminoacidi: glicina, cisteina e glutamina.
L’elemento fondamentale del potere del Glutatione è lo zolfo, molecola appiccicosa e dal cattivo odore, capace di attirare ad essa gli elementi negativi come mercurio e radicali liberi.
In un organismo sano, il Glutatione viene continuamente riciclato. Ma fattori come l’inquinamento ne diminuiscono la capacità rigenerativa, causando seri problemi. Secondo il dottor Mark Hyman, l’evoluzione del corpo umano è avvenuta prima dell’arrivo di pesanti sostanze tossiche presenti oggi nel nostro ambiente, artefici dell’inquinamento atmosferico, marino e lacustre. Per smaltire queste sostanze, l’organismo ha bisogno di alcuni geni come ad esempio il GSTM1 e il GSTP1, i quali subiscono un’alterazione dovuta proprio all’inquinamento.
Privandosi di tali geni il nostro corpo non possiede la capacità di riciclare il Glutatione. Sempre secondo Hyman, è fondamentale ripristinare la regolare funzione dei suddetti geni per stabilizzare il sistema immunitario e prevenire il sorgere di infezioni, patologie oncologiche e persino l’AIDS.
È stato inoltre dimostrato che l’aumento del livello di Glutatione diminuisce il presentarsi di problemi legati all’apparato muscolare, di ridurre i tempi di recupero e di aumentare la forza e la resistenza fisica, aiutando il metabolismo a smaltire i grassi e a favorire lo sviluppo dei muscoli.
Molto probabilmente chi è affetto da determinate malattie o semplicemente non è in buona forma fisica ha carenza di Glutatione. Una ricerca condotta dalla rivista britannica ‘The Lancet’ ha trovato i livelli più alti di Glutatione nei giovani sani, livelli un po’ più bassi negli anziani sani, livelli nettamente più bassi nei malati anziani e i livelli più bassi in assoluto negli anziani ricoverati in ospedale. Per mantenere il corpo in buona salute, prevenire le malattie e di conseguenza invecchiare bene, dipende fondamentalmente dal livello di Glutatione presente all’interno del corpo.
L’aspetto positivo è che è possibile aumentare naturalmente il livello di questa molecola in molti modi. Si possono mangiare cibi adatti, praticare attività fisica oppure assumere degli integratori specifici.
Ecco 9 consigli per ottimizzare i livelli di Glutatione:

1. Consuma cibi ricchi di zolfo, come aglio, cipolle e verdure crocifere.

2. Usa le proteine bioattive. Ad esempio scegli il latte non pastorizzato e quello non prodotto a livello industriale senza la presenza di pesticidi o antibiotici.

3. Fai una costante attività fisica. Tenersi in allenamento aumenta il livello di Glutatione, rinforza il sistema immunitario, migliora la disintossicazione e le difese antiossidanti del corpo. Si può iniziare a fare sport in maniera graduale, arrivando ad allenarsi 30 minuti al giorno praticando attività aerobiche come camminata e corsa. Anche un’attività di 20 minuti svolta 3 volte a settimana risulta molto utile.

Si può pensare che assumere una pillola contenente un integratore di Glutatione risolverebbe facilmente il problema del riciclo della molecola. Visto che il nostro corpo richiede molti elementi nutritivi per produrre il Glutatione, prendere un solo integratore non basterebbe. Ecco quali sono i principali integratori consigliati, da abbinare con un multi vitaminico e olio di pesce.

4. N – acetil – cisteina. Integratore utilizzato anche per il trattamento dell’asma e dell’insufficienza epatica. Ottimo anche per evitare danni ai reni che potrebbero causare le sostanze utilizzate per effettuare le radiografie.

5. Acido alfa lipoico. Si tratta di una sostanza importante quasi come il Glutatione capace di produrre energia, controllare la glicemia e lo stato di salute del cervello, nonché il livello di disintossicazione. Funzioni che il corpo dovrebbe svolgere autonomamente, ma a volte, per colpa di diversi fattori, ciò non avviene.

6. Acido folico e vitamine B6 e B12. Probabilmente le sostanze più importanti in assoluto per consentire all’organismo di produrre Glutatione.

7. Selenio. Minerale fondamentale per il riciclo del Glutatione

8. Vitamine C ed E. Potenti antiossidanti importantissime nella rigenerazione del Glutatione.

9. Silimarina. Miscela usata per curare le malattie del fegato, ottimo stimolatore per il riciclo del Glutatione.

molecola del glutatione

molecola del glutatione

Attraverso questi consigli sarà possibile ottenere un continuo e completo riciclo della molecola del Glutatione e così contrastare il sorgere di malattie, migliorare la propria salute mentale e fisica e poter vivere una vita più sana e lunga possibile.

Fonte: L’Huffington Post

https://www.wellme.it/dieta-e-alimentazione/6799-glutatione-la-madre-di-tutti-gli-antiossidanti

LOMBARDI DAVID – LUMOS e Direttore C.I.R.

Annunci

Pubblicato il 22 giugno 2015 su Sensibilità Chimica Multipla. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: