ZECHARIA SITCHIN E ALBERTO PEREGO Partenze diverse ma stessa meta

Nonostante i diversi studi effettuati in ambito “esseri di altri pianeti” queste due figure, una perno dello studio della civiltà sumera e l’altra perno dell’ufologia italiana, sono giunti incredibilmente alle stesse ed identiche conclusioni.

Le ricerche di Zecharia Sitchin mostrano come nella grande famiglia delle divinità sumere il Dio Enki fu il promotore del processo che portò alla genesi del genere umano.

popup

zecharia Sitchin con in mano la famosa tavola sumera in cui fa la comparsa il nostro sistema solare e il pianeta Nibiru

Saltando la complessità del processo di creazione vi è da sottolineare il dettaglio chiave in base al quale gli Annunaki, divinità sumere, era molto ma molto simili a noi…forse identici stando alle varie raffigurazioni presenti nelle tavole sumere.

Alberto Perego invece non ha fatto studi sulle divinità sumere o sulla genesi del genere umano. Inoltre egli era uno scettico del fenomeno “UFO” fino a quando, attraverso una serie di eventi, divenne uno dei più grandi esperti e tra le sue conclusioni una delle principali fu:

“Tutti sono uomini: Non mostri. Alcuni possono essere considerati i nostri padri in quanto hanno dato origine alle forme di umanità che sono sulla terra oggi. Questi uomini giunsero in migrazioni estremamente remote, su questi apparecchi: 500.000, 600.000, un milione di anni fa. Da loro derivano le razze attuali che esistono sulla terra.”

(Alberto Perego)

1

il console Alberto Perego

Quindi Perego in questa sua conclusione, la prima che compare nel suo terzo libro dal titolo “Rapporto Perego sull’Aviazione di altri pianeti”, mette in evidenza tre punti in comune con le ricerche svolte da Zecharia Sitchin sulle divinità sumere:

1.questi esseri sono uomini e non mostri (Le ricerche di Sitchin pongono gli Annunaki creatori del genere umano molto simili a noi se non del tutto identici)

2.hanno dato origine al genere umano (Gli Annunaki corrispondono agli Elohim della Bibbia nella quale l’uomo viene fatto a immagine e somiglianza di Dio o di un gruppo di divinità. Infatti nella Bibbia o meglio nell’antico testamento si parla di Elohim che è un termine plurale che sta ad indicare un gruppo di divinità).

3.sono giunti milioni di anni fa (le divinità sumere risalgono, grosso modo, a 4000 anni fa)

La seconda conclusione a cui i nostri due protagonisti sono giunti riguarda la nascita della vita sulla terra:

“Vi possono essere Pianeti che hanno subito urti con meteoriti; oppure che sono passati troppo vicini a comete; oppure che hanno subito l’urto di propri satelliti (Lune) caduti sul pianeta stesso. Ogni pianeta pertanto ha una diversa maturazione (per cosi dire) e può trovarsi in un diverso stato di sviluppo (o di regresso) rispetto ad altri”

(Alberto Perego)

Guarda caso nel famoso Enuma Elish, poema sumero che narra la creazione del sistema solare e riporta la nascita della vita sulla terra, si apprende che uno dei satelliti di Nibiru, pianeta degli Annunaki, si scontrò contro Tiamat (oggi la terra) innestandone la vita. Infatti vi sono vari elementi a sostegno di ciò e per citarne uno nel libro “Schiavi degli Dei” di Biagio Russo viene mostrata una foto del globo terrestre nella quale si nota una parte mancante.

Tale parte è andata a comporre il “bracciale martellato” come viene descritto nell’Enuma Elish o più semplicemente la “fascia di asteroidi” presente nel nostro sistema solare.

Alcuni studi riportati nel libro di Alan F. Alford “Il mistero della genesi delle antiche civiltà” mostrano come, per ipotesi, si andassero a riunire tutti i pezzi della fascia di asteroidi si otterrebbe la parte mancante della terra che è andata distrutta in seguito all’impatto.

Quindi notiamo come Perego e Sitchin anche in questo secondo punto giungano alla stessa conclusione:

1.parla di maturità di un pianeta in seguito all’impatto con satelliti (la terra ha maturato la vita nell’impatto con uno dei satelliti di Nibiru)

2.dalla stessa pagina dalla quale ho estrapolato questa frase di Perego egli fa un riferimento a un pianeta X e guarda caso Nibiru viene definito Pianeta X per due motivi ( X perche inizialmente non avendo un nome la X fungeva da sconosciuto e la X indica anche il numero 10 romano e si ipotizza che Nibiru sia il decimo pianeta del sistema solare)

Il terzo ed ultimo elemento sta nella storia di Amicizia, famoso caso di contattismo in cui venne coinvolto indirettamente il console Perego. Il caso Amicizia riguarda un contatto molto ampio tra un gruppo di persone e un gruppo di alieni dall’aspetto “umanoide”. Questi si facevano chiamare W56 o gli “Amici” ma vi erano però alcuni simili a loro con dei concetti di vita diversi e per questo vennero chiamati CTR o Contrari (contrari al pensiero dei W56).

caso-amicizia-disegno

Immagine del caso Amicizia

Quindi abbiamo due fazioni e guarda caso nella storia degli Annunaki quando si sviluppò la grande guerra su Nibiru vi erano due fazioni composte dagli Enkiti (seguaci del dio Enki) e gli Enliti (seguaci di Enlil fratello di Enki).

Facendo uno schema abbiamo:

1.Enkiti (seguono Enki) “sostengono” i principi di rispetto verso gli esseri creati dal loro “leader” ossia noi. In essi vediamo gli stessi concetti usati dai W56 che hanno mostrato agli umani i valori del volersi bene. Cito una frase riportata da un nastro, conservato da uno dei testimoni del caso Amicizia, in cui si sente la voce di un W56 o Amici: “Siate amici veramente…veramente amici

2.Enliti (seguono Enliti) “sostengono” i principi del loro “leader” il quale non vedeva di buon occhio la creazione del genere umano e non ha fatto nulla per il diluvio. I Contrari o CTR avevano concetti opposti ai W56 e hanno contribuito a rompere il contatto tra questi ultimi e gli umani.

da destra: io, Gaspare de Lama (protagonista del caso amicizia) e Ivan Ceci

da destra: io, Gaspare de Lama (protagonista del caso amicizia) e Ivan Ceci

Quindi abbiamo tre elementi, i primi due sono fondamentali, che mostrano come le ricerche di Sitchin e Perego, anche se hanno punti di partenza diversi giungono alla stessa meta.

Inoltre non sono due persone con poca esperienza ma due persone con un ottimo bagaglio culturale. I libri scritti da Sitchin e i quattro libri scritti da Perego mostrano come i due siano stati grandi esperti nel loro campo e il fatto che siano giunti alla stessa meta mostri come la questione della genesi umana ad opera di esseri di un altro pianeta non è cosi fantasiosa come molti ci vogliono far credere.

Lombardi David – LUMOS

 

Fonti:

Alberto Perego il console che svelò il mistero dei dischi volanti – I. Ceci

Schiavi degli dei – B. Russo

L’altra genesi – Z. Sitchin

Contattismi di Massa – S. Breccia

Annunci

Pubblicato il 8 marzo 2014 su Ufologia. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: