NICOLAS POUSSIN Il misterioso pittore legato all’enigma di Rennes le Chateau

La vita di Poussin

Nicolas Poussin (Les Andelys, 15 giugno 1594Roma, 19 novembre 1665) è stato un pittore francese. Di stile classico, nel suo lavoro sono caratteristiche predominanti chiarezza, logica e ordine. Fino a tutto il XX secolo fu il riferimento prevalente per artisti con un orientamento classico, come Jacques-Louis David e Paul Cézanne. Nato in una famiglia borghese nei pressi di Andelys, in Normandia, lascia a 18 anni la dimora familiare in seguito alla disapprovazione dei suoi genitori per la scelta della carriera di pittore. Seguono diversi brevi soggiorni in atelier di pittori; egli non ha seguito corsi accademici ed a questo proposito è considerato un artista autodidatta. In seguito, si guadagna da vivere con qualche ordinazione; partecipa, in particolare, con Philippe de Champaigne alla decorazione del Palais du Luxembourg. Diventa celebre dal 1623 quando esegue sei tavole che raccontano la vita di Ignazio di Loyola per i gesuiti. Successivamente, incontra Marino, poeta alla corte dei Medici, che gli procura l’ingresso presso ricche famiglie romane. Arriva in Italia nel 1624, sotto la protezione del cardinale Barberini, ricco collezionista e mecenate. Poussin, che conduceva una vita molto regolare divisa fra lavoro e svaghi, non ottiene che piccoli ordini. Egli realizza per San Pietro a Roma, Il martirio di Sant’Erasmo (16281629). Avido di conoscenze, Poussin studia l’ottica, la geometria e la prospettiva. Gravemente malato, sposa la figlia di un pasticcere francese insediato in Italia, e si ferma a Roma. Diviene veramente celebre nel 1640, quando Luigi XIII e Richelieu gli chiedono di ritornare in Francia per sovrintendere i lavori del Louvre. Ma egli è esposto a gelosie e non darà a Richelieu che qualche tavola, tra cui il Trionfo della Verità. Nel 1642 ritorna a Roma, dove si applica a numerose tavole mitologiche – Orfeo e Euridice, Orione cieco, I Pastori dell’Arcadia e biblico, Le quattro stagioni – che gli assicurano una fama europea.

Il segreto di Nicolas Poussin

Nonostante quella che tutti potrebbero definire una vita normale quella di Poussin nascondeva un misterioso segreto. Tale segreto venne menzionato in una lettera. Ecco lo stralcio di una lettera che un certo abate Louis Fouquet, fratello del sovrintendente alle finanze del Re di Francia Luigi XIV, inviò da Roma al fratello in Francia nel 1656.

“Egli (Poussin) ed io discutemmo certe cose, che con comodo potrò spiegarvi in dettaglio. Cose che vi daranno, tramite Monsieur Poussin, vantaggi quali persino i re stenterebbero grandemente a ottenere da lui e che, secondo la sua opinione, forse nessun altro riscoprirà mai più nei secoli futuri. E ciò che più conta, sono cose tanto difficili da scoprire che null’altro ora esistente su questa terra può essere più avventurato o pari ad esse.”

Cosa può avere scoperto Poussin? Storici e biografi non furono in grado finora di spiegare a cosa si allude nella lettera. Nicolas Fouquet, il destinatario della lettera fu incarcerato a vita in isolamento poco dopo averla ricevuta. La sua corrispondenza venne confiscata da Re Luigi XIV che negli anni che seguirono fece l’impossibile per procurarsi l’originale dell’opera di Poussin ‘Les bergers d’Arcadie’. Tenne l’opera nel suo appartamento privato a Versailles lontano da sguardi indiscreti. Nell’immagine, il celebre dipinto di Possin ‘Les Bergers d’Arcadie’ che fu oggetto di interesse anche da parte di Bèrenger Saunière, il famoso Curato di Rennes-le-Chateau.

Nel suo autoritratto possiamo notare la testa di una donna che indossa una corona. Ingrandendo il particolare è visibile un occhio. Alcuni affermano che questo particolare sia un indizio dell’appartenenza del pittore a qualche corrente iniziatica esoterica. Altro indizio, forse meno esplicito, l’anello che indossa a forma piramidale.

Lombardi David – Direttore Centro Italiano Ricerche

Fonti:

http://abicettamisteri.blogspot.com/2006/10/il-segreto-di-nicolas-poussin.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Nicolas_Poussin

Il Santo Graal – M. Baigent, R. Leigh e H. Lincoln

Annunci

Pubblicato il 19 maggio 2011 su Personaggi Misteri. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: