LA TATTICA PUNTIFORME: Una risposta alla clipeologia

Per tattica puntiforme si intende la comparsa in cielo di oggetti volanti non identificati ossia OVNI o UFO i quali secondo il ricercatore argentino Dante Minazzoli apparirebbero e scomparirebbero per convincerci a piccoli passi non solo della loro presenza ma anche per mostrarci la loro pacifica superiorità.

Tale informazione proviene dal libro di Alfredo Lissoni “Gli UFO e la CIA” e credo che abbia un rapporto con la clipeologia ossia la scienza che studia le presenze aliene in epoche remote.

Tale scienza studiando le presenze aliene nel passato si basa tra tutte le sue fonti sui testi religiosi ipotizzando che quelli che noi chiamiamo divinità delle varie religioni siano in realtà alieni venuti sulla terra per guidarci ed istruirci.

Ovviamente è risaputo che le divinità non vivevano sulla terra ma bensì in cielo e si manifestavano agli umani solo in particolari occasioni per guidarli.

Nel libro di Erich Von Daniken dal titolo “Gli Dei erano Astronauti – il cosmo rivela i misteri di tutte le religioni” vi sono molti esempi che si basano su testi religiosi dimostrando come le antiche divinità fossero in realtà esseri provenienti da altri pianeti.

E cosa c’entra allora la tattica puntiforme con comparse aliene in epoche remote ?

Supponiamo che questi esseri provenienti da altri pianeti avessero fatto visita al nostro pianeta con lo scopo di istruirlo e guidarlo seguendo uno schema ben preciso.

Supponiamo che noi umani in tutto il mondo abbiamo aderito a questi gruppi in tutte le loro idee. Parlo di gruppi perche essendoci nel mondo diverse religione è fattibile pensare che la terra non sia stata presa di mira da una specie ma bensì da più specie aliene.

in base ciò esiste la possibilità che questi esseri dotati di un certa superiorità non ci abbiano solo guidato e istruito sotto le spoglie di divinità ma cosa altrettanto importante:

“essi ci controllavano”

Tale controllo che con la nascita dell’ufologia moderna venne chiamato “tattica puntiforme”.

Non so se con il tempo siamo cambiati noi nel vedere con un ottica diversa le loro apparizioni o se sono loro ad usare una strategia diversa, fatto sta che con il passare del tempo ho notato, e forse anche altri, una sorta di cambiamento nella psicologia aliena.

Nelle epoche antiche si parla di apparizioni più durature e consistenti mentre oggi il massimo che possiamo aspettarci sono brevi apparizioni in cielo e i classici rapimenti.

Potrei anche sbagliarmi in quanto la mia è solo un ipotesi ma ciò non toglie che ci sia stato una qualche sorta di cambiamento che io lego anche alla nostra mentalità.

Nelle epoche remote partendo dal presupposto che la clipeologia dica il vero ossia che le divinità erano in realtà esseri di altri pianeti non si conosceva la tecnologia moderna e tanto meno non si conosceva neanche la scienza ufologica.

Di ovvia conseguenza non esistendo tali conoscenze in epoche molto ma molto remote la gente che vedeva strani oggetti volare nel cielo e strane persone uscire da quest’ultimi o sbucare all’improvviso in che modo le poteva descrivere ?

Di certo non come alieni e ne come UFO ma vedendoli comparire nel cielo gli potevano attribuire facilmente un significato superiore che poteva facilmente sfociare nella divinità.

In altre parole li vedevano come essere divini.

Il tempo però è passato e con la nascita dell’ufologia moderna la mentalità è cambiata e la gente non ha più visto questi elementi come dei o simili ma come congegni provenienti da altri pianeti.

Come ha avuto inizio quest’evoluzione ?

Il crash di Roswell avvenuto nel luglio del 1947 ed il caso di Kenneth Arnold avvenuto nel giugno del 1947 hanno dato inizio a questa evoluzione che ha fatto nascere l’ufologia moderna lasciandosi alle spalle quella antica ossia paleoufologia o clipeologia.

In questo modo la gente quando vede un oggetto misterioso in cielo, a meno che non sia una stella o un aereo gli viene spontaneo dire nella maggior parte dei casi:

“quello potrebbe essere un UFO”

E nel caso che dall’UFO esca un essere di certo non lo si definirà un “Dio” ma bensì un “Alieno”.  Questo nostro cambiamento o meglio questo nostro modo di capire chi sono veramente quelle presenze nel cielo ha spinto anche loro a comportarsi diversamente.

Come ?

Prima quando il mondo li adorava come Dei più di tanto non si preoccupavano ma poi quando il mondo nella sua evoluzione ha iniziato a porsi delle domande ed a svolgere degli studi essi si sono preoccupati ed hanno deciso di apparire di meno.

Torno a ripetere che si tratta puramente di ipotesi ma non è da escludere che ci aiutino a capire la verità.

Annunci

Pubblicato il 21 marzo 2011 su Ufologia. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: